Azienda e territorio

Verdi dentro e fuori! La Latteria punta ancora sull’ambiente

Dal 1957 punta sulla valorizzazione del territorio e sulla difesa di modalità di produzione che...

Verdi dentro e fuori! La Latteria punta ancora sull’ambiente

Dal 1957 punta sulla valorizzazione del territorio e sulla difesa di modalità di produzione che garantiscono freschezza e genuinità, ma non solo. La Latteria di Chiuro infatti ha ben chiaro da tempo come la sua storia di successo sia legata a doppio filo all’ambiente. Un ambiente che esige cure e attenzioni. 

Energia pulita e tracciabile al 100%

Ecco perché la Latteria ha attuato una politica chiara, fatta di azioni concrete e misurabili che si traducono in certificazioni.
Nel 2019 infatti la Latteria di Chiuro è stata certificata come “attività Verde Dentro” dall’ente TÜV Sud, grazie alle forniture da parte di Repower. Significa che tutta l’energia elettrica utilizzata è pulita al 100% – da fonte completamente rinnovabile – e tracciabile al 100%. Per la Latteria arriva dalla centrale idroelettrica di Grosio, non a caso una realtà del territorio. L’effetto? Meno 560 tonnellate di emissioni di CO2 all’anno. E così anche ogni specialità della Latteria è “verde dentro”: il logo Repower a breve si troverà su molti prodotti, il primo sarà il burro Valtellina da 250 grammi.

Una scelta coerente con l’identità

“Verde Dentro di Repower è la scelta più coerente con l’identità della Latteria di Chiuro”, commenta il presidente Franco Marantelli.  “Negli anni abbiamo intrapreso diverse azioni per ridurre l’impatto ambientale, a partire dall’utilizzo di materie prime riciclabili per gli imballaggi. Grazie al recupero di acque piovane e condense, all’adeguamento degli impianti idraulici ed elettrici e alla sostituzione della caldaia a vapore siamo riusciti nel 2019 a dichiarare zero emissioni di CO2. È il nostro modo di dimostrare che la Latteria di Chiuro è “verde dentro” e anche fuori”, conclude.
Ogni anno, poi, la Latteria riceve il rinnovo della certificazione IFS (International Food Standard) che conferma la corretta applicazione delle buone pratiche di fabbricazione (GMP) e dell’organizzazione quotidiana in termini di qualità e sicurezza.

Una lunga strada, con gli stessi valori

Da un piccolo gruppo di allevatori nel lontano 1957, si è arrivati nel 2020 ad una ventina di produttori di latte. Sono tutti valtellinesi e ogni giorno vengono coinvolti nel funzionamento e nei risultati della Latteria. I tempi sono cambiati, le strategie si sono consapevolmente evolute, i valori sono rimasti: qualità delle materie prime, salvaguardia di un’economia di montagna, avendo a cuore la genuinità del prodotto e la sicurezza alimentare.
Mai come in questo periodo segnato da un’emergenza sanitaria senza precedenti, dunque, il modello Latteria rivela tutta la sua forza in termini di tutela e valorizzazione di prodotti derivanti da una filiera corta interamente locale, a maggior vantaggio dell’economia provinciale e nazionale.