loading
loading

Il Territorio

La Valtellina è un ingrediente fondamentale del nostro lavoro e dei nostri prodotti: un territorio unico e riconosciuto per la bontà dei prodotti tipici. La Valtellina è una valle disposta in senso longitudinale da Est a Ovest ai piedi delle Alpi retiche e Prealpi orobiche. Essa gode quindi di una prolungata esposizione al sole durante l’arco della giornata ed è protetta dalle incursioni dei venti caldi e umidi dalla pianura padana e di quelli freddi provenienti dal Nord Europa. Ecco perché il territorio ha un clima relativamente mite che, insieme alla costante ventilazione, all’escursione termica e alla scarsità̀ di precipitazioni, influenza positivamente la vegetazione.

img22

La Valtellina

Un luogo ricco di storia e cultura

La Valtellina è un territorio fatto di terrazzamenti e muretti a secco, di vigne e meleti, di prati e maggenghi, di boschi ed alpeggi, ma è anche un luogo ricco di storia e di cultura. Se la percorriamo a fondovalle lungo il corso del fiume Adda incontriamo paesi e cittadine ricche di storia: Morbegno, Sondrio, Tirano, Grosio, Bormio. Se invece ci portiamo sulla fascia di media montagna troneggia Teglio, paese a cui si deve il nome: Val Tellina. Lungo i versanti si possono ammirare muretti a secco, castelli, torri di avvistamento e chiesette con i loro campanili nascosti dalle fronde. Se ci alziamo maggiormente in quota incontriamo maggenghi e alpeggi, fino alle vette maestose di Alpi e Prealpi.

Chiuro

Un gioiello incastonato tra i vigneti

Chiuro è un piccolo comune della media Valtellina, ai piedi delle Alpi Retiche, circondato da meleti e vigneti. Si trova allo sbocco del torrente Valfontana, sulla sponda destra del fiume Adda. La zona era abitata già in epoca preistorica: lo testimoniano due stele incise ritrovate nel 1959 da Maria Reggiani Rajna, incastrate nel muretto a secco di una vigna in frazione Castionetto. Ora sono al Museo Valtellinese di Storia e Arte: una rappresenta su un lato una figura antropomorfa che tiene in mano una sorta di alabarda e sull’altro un motivo a linee parallele, probabilmente una collana. Sulla seconda stele invece è incisa una ruota a doppio cerchio con otto raggi interni, forse un simbolo solare.

In paese sono molti gli edifici che testimoniano il passato: nel centro storico si possono vedere le case nobiliari di via Rusca e via Borgofrancone, insieme al palazzo di Stefano Quadrio: condottiero ghibellino fedele ai Visconti di Milano, che agli inizi del Quattrocento fece di Chiuro il proprio feudo. Non possiamo dimenticare la chiesa parrocchiale dei Santi Giacomo e Andrea, di origine medievale e poi ricostruita in stile barocco a metà del Seicento, così come il cinquecentesco portico dei Disciplini con l’attigua cappella di Santa Marta, adorna di affreschi. Alle porte del paese si trovano poi le chiese della Madonna della Neve e di San Carlo, di epoca barocca. Nella frazione di Castionetto di Chiuro incontriamo invece la chiesetta romanica di San Bartolomeo e un’altra testimonianza del potere della famiglia Quadrio: la massiccia torre detta di Roncisvalle, costruita tra il XII e il XV secolo.

Latteria Sociale di Chiuro
Società Cooperativa Agricola

Uffici direzionali e logistica
Via C. Negri, 18 Località Giardini
23030 Chiuro (SO)

Sede legale e produzione
Via Nazionale
Zona Artigianale, 23
23030 Chiuro (SO)

Tel. +39 0342 482113
Fax +39 0342 484368
info@latteriachiuro.it

Il Punto vendita e La Stuzzicheria
Via Nazionale dello Stelvio, 18
23030 Chiuro
Tel: +39 0342 483438
spaccio@latteriachiuro.it

Orari Punto vendita
Tutti i giorni
7:30 - 19:30

Orari Stuzzicheria
lunedì - venerdì 11:30 - 15:30
sabato e domenica 11:30 - 17:00

Cod.Fisc. e Partita I.V.A. 00050560143

© 2021 Latteria Sociale di Chiuro | Privacy Policy | Cookie Policy 

| Rivedi consensi

designed by Pura Comunicazione